| Home | Pellebeauty | Cerca nel portale | Alimentazione | Allergie | Acne | Antiaging | Benessere | Chirurgia Plastica | Congressi | Cosmetici | Cute Multietnica
|Ginecologia | Igiene | Immunologia | Laser | Medicina Estetica | Odontoiatria Estetica | Pediatria | Psicosomatica | Ricerca | Sport |Societa' | Termalismo
| Tricologia | Virologia | Recensione Libri | Medicina Dolce | Sudorazione Eccessiva | Dermatologia | Ortopedia | Politica Sanitaria | Chirurgia Estetica | Trucco |

articolo aggiornato il: lunedì 11 giugno 2012

Trucco per visi lunghi

di Stefano Anselmo Foto di Oscar Poletti

Continuano le lezioni di trucco che il noto truccatore Stefano Anselmo offre alle nostre lettrici: oggi si parla dei visi lunghi


Figura 1

Figura 2
Questa volta parliamo di correzione del viso. Ho chiesto a Luciana che ha un viso magro e piuttosto allungato di posare per la nostra sequenza didattica. Nella foto A vediamo il suo viso al naturale: esso corrisponde perfettamente alla descrizione del viso allungato di qualsiasi testo didattico sul trucco. Luciana lavora nel settore dell’estetica e conosce bene le tecniche per arrotondare i suoi lineamenti e, come vediamo nella foto B, li mette in pratica quotidianamente e con  

una certa consapevolezza.  Il suo trucco, infatti, non presenta gravi errori se non fosse per le sopracciglia che le hanno tatuato in modo completamente errato. Ma come andrebbe truccata una faccia di questo tipo? Potremo incominciare a capirne qualche cosa, osservando la figura n. 1 nella quale le frecce rosse indicano i punti da sviluppare in orizzontale (cioe' da allargare) e quelle blu i punti da accorciare. Insomma, com’e' spiegato meglio nello schema della figura n. 2, bisogna fare di tutto per accorciare il viso e svilupparlo in orizzontale. La foto grande d’apertura, quella finale, ci mostra una Luciana dal volto decisamente ammorbidito e dai volumi piu' equilibrati: il maquillage e' stato studiato appositamente per il suo volto allungato. Passiamo ai dettagli e cerchiamo di spiegare la tecnica per la correzione del viso magro e allungato. Questa forma e' piuttosto frequente. L’aspetto allungato deriva da un eccessivo sviluppo verticale di tutti i lineamenti; talvolta anche dalla magrezza del volto (vedi disegno nella pagina successiva).
In questo viso la fronte risulta eccessivamente alta e ampia, il naso lungo e il mento sono eccessivamente pronunciati; in particolare risulta accentuata la distanza che separa il bordo inferiore delle ciglia dalla linea della mascella. Anche lo spazio compreso tra il labbro superiore e la punta del naso risulta sovente abbondante. 


 Nel disegno la “tecnica di allargamento” che si basa sulla creazione di linee orizzontali che tagliano e accorciano il viso sui tre piani: occhi, guance, bocca 

Foto A
In generale la correzione dovra' tentare di sviluppare il viso in senso orizzontale per accorciarlo. Si usera' quindi la “tecnica di allargamento”, creando linee orizzontali che tagliano e accorciano il viso sui tre piani: occhi, guance, bocca. Come abbiamo detto, talvolta responsabile dell’aspetto allungato e' l’eccessiva magrezza del volto che tende a formare zone d’ombra. Sara' preferibile quindi scegliere un fondotinta piuttosto chiaro al fine di ridurre al minimo la possibilita' di ombre. Con un fondotinta piu' scuro di due o tre toni di quello usato per il resto del viso ombreggiate invece con cura la fronte A il mento, da una mascella all’altra sfumando con attenzione B. Nel caso molto probabile in cui, di profilo, esso risultasse piatto, si potra' scurire la zona sottostante il labbro inferiore disegnando poi una specie di lunetta chiara al centro del mento stesso C un centimetro circa sotto il labbro inferiore ricreandone praticamente, col chiaroscuro, uno regolare.

Foto B 

 Schiarite gli zigomi prolungando la base chiara applicata intorno agli occhi per far si' che sembrino piu' prominenti D. In questo modo anche il trucco degli occhi contrastera' meglio e permettera' di ottenere un effetto di allargamento senza che si debba eccedere con lo scuro. Gli occhi vanno allungati verso l’esterno evitando scrupolosamente linee ascendenti. e' bene inoltre truccarli molto nella parte inferiore, cioe' sfumando un ombretto naturale sul bruno, per circa mezzo centimetro, in modo da diminuire la distanza che intercorre tra il bordo inferiore dell’occhio e la linea della mascella. In questo modo accorcerete anche il naso. Non truccate assolutamente di scuro il bordo palpebrale, altrimenti il viso sembrera' ancora piu' lungo: eventualmente schiaritelo con una matita color pelle. Portate gli occhi verso l’esterno, impostando una linea orizzontale o lievemente discendente. Insistete con matite e eye-liner sulla coda dell’occhio allungandone la forma con qualche ciuffetto di ciglia finte. Su questo viso gli occhi appaiono frequentemente piccoli e vicini, di conseguenza bisognera' ricorrere anche agli accorgimenti necessari per la correzione degli occhi ravvicinati. Le sopracciglia dovranno avere una forma rialzata con andamento orizzontale ed essere piuttosto folte e allungate in modo da “tagliare”, ridimensionare il viso accorciandolo. Sara' opportuno evitare linee troppo arrotondate e al tempo stesso troppo geometriche per non indurire i lineamenti. Le labbra - Secondo alcuni, la macchia di colore creata da un rossetto acceso interromperebbe la lunghezza del viso. A mio parere invece si ottengono risultati migliori ingrandendo le labbra laddove possibile, sia in verticale che in orizzontale, al fine di occupare maggior spazio e ridimensionare anche il mento, il quale risulta quasi sempre un po' troppo marcato. Sulle guance si scegliera' una tonalita' molto luminosa: non un colore ombra, bensi' un colore fresco e trasparente che dia semplicemente un po' di vivacita' senza incavare ulteriormente le guance. Potrete scegliere tra le tonalita' dell’albicocca, del pesca e del rosa chiaro. Lo applicherete sotto lo zigomo partendo dall’orecchio e dirigendovi orizzontalmente verso il centro del viso in modo da tagliare orizzontalmente la faccia E. Qualora il viso risultasse particolarmente lungo si puo' tentare la tecnica della “mascherina” applicando cioe' da una parte all’altra del viso partendo sempre sotto lo zigomo in prossimita' dell’orecchio e attraversando il dorso del naso, ovviamente al centro del viso. La mano sara' tenuta molto, molto leggera. 
Nell’insieme dovremmo avere un effetto analogo a quello di un lieve arrossamento da sole: anche questo accorgimento aiutera' ad interrompere, “tagliare”, la lunghezza del viso.

Tratto dal libro ”Diventare Esperti di Trucco con Stefano Anselmo” Ala editrice Milano



 


| CHIEDI ALL'AUTORE |



|Home| |Torna indietro
www.lapelle.it
Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la duplicazione degli articoli anche parziale 
senza espressa autorizzazione dell'editore