| Home | Pellebeauty | Cerca nel portale | Alimentazione | Allergie | Acne | Antiaging | Benessere | Chirurgia Plastica | Congressi | Cosmetici | Cute Multietnica
|Ginecologia | Igiene | Immunologia | Laser | Medicina Estetica | Odontoiatria Estetica | Pediatria | Psicosomatica | Ricerca | Sport |Societa' | Termalismo
| Tricologia | Virologia | Recensione Libri | Medicina Dolce | Sudorazione Eccessiva | Dermatologia | Ortopedia | Politica Sanitaria | Chirurgia Estetica | Trucco |
   

articolo aggiornato il: Wednesday 02 May 2012

 

 

Dr. Tomassini: in arte TOM

Una vita vissuta in due dimensioni: come dermatologo clinico attento e premuroso con i pazienti, e l'altra come pittore arguto, satirico e talvolta graffiante. Raccolte in un libro le sue opere

Anni fa ho avuto la fortuna di ascoltare dal vivo una conferenza di Karl Popper e fui sorpreso da una sua affermazione: ''il passato cambia continuamente''. Avvicinatolo in un momento successivo, gli chiesi di spiegarmi come si potesse dubitare dell'immutabilita' degli eventi gia' accaduti. ''Dipende da come li racconti…'' mi rispose con una non celata sufficienza. Aveva ragione. Prendete a esempio la storia personale del Prof. Mario Tomassini, noto dermatologo umbro, come appare dal suo curriculum ufficiale. Nasce a Perugia, studi liceali, laurea in Medicina e specializzazione in Dermatologia e poi in Medicina dello sport. Libera docenza e quarantanni di attivita' presso la Clinica Dermatologica del Policlinico di Perugia. Tante pubblicazioni e volumi di medicina. Una carriera di medico piena di soddisfazioni umane e professionali. Ricominciamo ora da capo, e torniamo indietro a quando, subito dopo la seconda guerra mondiale, alla festa delle matricole un giovane girava in citta' con il suo cappello rosso, in vena di goliardate e con la sua scatola di acquerelli sotto il braccio. I suoi primi lavori, dei bozzetti per un calendario, angoli di Perugia, un carboncino con il ritratto di Anna Maria, la compagna di una vita. Inizia cosi' un passato parallelo da artista, che oggi viene raccontato nel volume Mario Tomassini (in arte Tom), fatto di storie colorate di un tempo antico, che a volte appare piccolo ma e' ricco di volti cari e voci perdute, fantasie ed emozioni, nostalgie da ultimo giorno di scuola. Una narrazione che tramite oli ed acquerelli, spesso senza parole, altri con l'aggiunta di poche ma significative frasi, raccontano di una natura rigogliosa da cui emergono pietre etrusche e vetrate di cattedrali, un senso di ingenuita' e di curiosita', una cronaca quotidiana fresca e ironica, sempre rumorosa. Mario ha disegnato da sempre - raccontano i suoi amici d'infanzia - subendo il fascino della matita e della penna, ''sporcando la carta'' diceva suo nonno Romeo. Allo scientifico fu allievo di Vittorio Meschini, pittore geniale firmatario del manifesto futurista, che gli insegno' la tecnica dell'ornato e del chiaroscuro. 

Dr. Tomassini: in arte TOM Ma fra i suoi maestri va annoverato anche Aldo Montesi che, ricoverato in clinica per mesi e affidato al giovane medico, lo ricambio' perfezionandolo nella tecnica della pittura a olio e stimolandone le potenzialita'. Si passa da uno stile naif a una personalita' autonoma in cui il tratto acquista sostanza, i colori danno gioia ai ricordi. I luoghi restano gli stessi, i borghi, i personaggi, le tradizioni e gli oggetti di una Perugia e di una umanita' come forse non c'e' piu'. Con gli anni, l'esperienza e il disincanto, Tom si mostra sempre piu' graffiante, piu' pungente e arguto nel mettere in evidenza debolezze e vizi, umani e comuni alla propria gente. Ne vengono fuori quadri che sono anche sferzanti vignette, fragili e satiriche, come di chi non riesce a prendersi su serio ma fa di questo la propria forza interiore. E intanto ci sono mostre, ottime critiche e tante illustrazioni pubblicate negli anni. In conclusione, una carriera da pittore piena di soddisfazioni umane e professionali.
(G.B.)


 

 

 


|Home| |Torna indietro| |richiedi l'articolo| |chiedi al medico|
www.lapelle.it
Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la duplicazione degli articoli anche parziale 
senza espressa autorizzazione dell'editore